Ormai certe tradizioni non sono più contemplate, ma portano con sé un significato profondo e particolarmente significativo, con le loro caratteristiche curiose e interessanti. Come quella che accompagna la Promessa di Matrimonio: il colore verde, praticamente un obbligo.

Ma facciamo un passo indietro e raccontiamo della Promessa stessa. Che cosa è la Promessa? Si tratta di una libera dichiarazione in cui ci s’impegna reciprocamente a diventare marito e moglie. Tuttavia non impone alcun vincolo o responsabilità: non è un obbligo contrarre matrimonio! I fidanzati devono semplicemente recarsi in Comune e dichiarare, di fronte a un Ufficiale di Stato Civile, di volersi sposare. Il tutto è ovviamente seguito da un party pre-matrimoniale, con tanto di confetti e bomboniere!

Perché il verde? In effetti molti si domandano da dove provenga quest’abbinamento Promessa-Verde. E noi ve lo spieghiamo: la coppia che decide di unirsi definitivamente in matrimonio non è in possesso dell’esperienza che si potrebbe riconoscere dopo vari anni di vita coniugale. Dunque non è in possesso della piena maturità e risulta pertanto “acerba” anche se di buone intenzioni. Il verde indica proprio questo stato di acerbità della coppia che solo vivendo raggiungerà l’età adulta e la consapevolezza che la dimensione pratica riesce a conferire agli sforzi di vivere e comprendere la realtà.

“Io prometto di amarti nel bene e nel male, nella salute e nella malattia, e di esserti fedele sempre, tutti i giorni della mia vita!”.

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.